Il corretto utilizzo delle lampade nei rettili

dr. Diego Cattarossi

Veterinario direttore scientifico del Parco Tropicarium Park

L’allevamento dei rettili, sia in termini di riproduzione sia di semplice adozione di un singolo esemplare da compagnia, non può prescindere da un corretto utilizzo delle lampade. Quest’ultime sono strumento indispensabile per garantire una vita sana e quanto più possibile lunga ai nostri animali.
I rettili sono animali poichilotermici, ovvero regolano la loro temperatura corporea in funzione della temperatura dell’ambiente nel quale vivono.
La temperatura del terrario che li ospita, così come l’umidità del terrario, sono quindi i due parametri più importanti da attenzionare in qualsiasi specie di rettile si voglia allevare. Ma quali sono le temperature migliori e l’umidità migliore per ogni singolo rettile?
La risposta non può essere univoca, perché dipende dall’ambiente di origine del rettile in questione. Possiamo quindi affermare che la temperatura migliore è quella più simile a quanto troverebbe in natura nei diversi momenti dell’anno.
Solo conoscendo l’areale di provenienza e le fluttuazioni di temperatura che lo caratterizzino potremmo garantire al nostro pet le condizioni termiche ideali. In rete si trovano molte schede tecniche per le diverse specie che indicano i range di temperatura ideali che ci potranno guidare nella scelta dei parametri ambientali.

A carattere generale dobbiamo ricordare che ogni rettile deve però, a prescindere dalla specie e dall’areale di provenienza, essere ospitato in una teca che garantisca un gradiente termico differenziale. Significa che non vi può essere la stessa temperatura in ogni angolo della teca, ma serve creare una “zona calda” sotto le lampade riscaldanti ed una “zona fredda” lontano dalle stesse. In questo modo l’animale potrà decidere a che temperatura esporre il suo corpo a seconda della fase metaboliche che sta attraversando (es. digestione, riposo, muta della pelle, ecc.). A titolo di esempio una zona calda a 32 C° ed una zona fredda a 20 C° garantiscono al nostro rettile i due estremi di temperatura e nelle zone intermedie anche le temperature intermedie tra zona calda e fredda.
Per garantire il gradiente termico va da sé che le lampade debbano essere messe tutte ad una estremità del terrario e non separate alle due estremità.
L’utilizzo delle lampade è ideale per tutti i rettili che siano soliti in natura riscaldarsi esponendosi al sole. Per i rettili che invece preferiscano scaldarsi appoggiando il corpo su superfici calde (es. la sera su sassi scaldati dal sole durante il giorno) va valutato l’utilizzo di resistenze elettriche (es. tappetini riscaldanti) da posizionarsi sotto la base del terrario.
Ci sono due tipologie di lampade, quelle riscaldanti e quelle a radiazione ultravioletta.
Le lampade riscaldanti servono esclusivamente per dare calore all’animale. Ve ne sono a luce chiara, a luce rossa (infrarossi) o in ceramica (non emettono luce visibile ma solo calore). La temperatura sotto lampada va sempre misurata e può essere variata alzando ed abbassando la lampada o cambiando la potenza della stessa. Le lampade non devono mai venire a contatto con gli animali per evitare ustioni. A questo riguardo è notorio come la percezione del calore nei rettili sia diversa dai mammiferi e che quindi spesso si arrotolino attorno a corpi incandescenti ustionandosi in maniera grave. Mettiamo quindi le lampade sempre dietro a protezioni per prevenire le ustioni.
Le lampade ad ultravioletto servono a favorire la produzione di vitamina D nella sua forma metabolicamente attiva, vitamina indispensabile per l’assorbimento ed il metabolismo del calcio. Animali che non ricevano luce diretta del sole e non abbiamo a disposizione lampade ad emissione di ultravioletti saranno più predisposte a ipocalcemia e deformità ossee ed articolari.
Le lampade riscaldanti e ad emissioni di ultravioletto vanno messe vicina da un lato del terrario. In questo modo l’animale, attratto dal colare, riceverà anche la radiazione ultravioletta tanto utile al suo metabolismo.
Esistono da alcuni anni in commercio delle lampade che hanno la duplice funzione di riscaldare ed emettere radiazione ultravioletta.
Ricordiamo che deve esistere una escursione termica tra il giorno e la notte, quindi in ambienti riscaldati che garantiscano una temperatura minima fisiologica per la specie in questione, di notte le lampade devono essere spente.
Ricordiamo che molte specie devono essere brumate o subire un letargo, ma questo tema sarà oggetto di altro approfondimento.

Come raggiungerci e contattarci

Tropicarium Park si trova al PalaInvent in Via Aquileia 123, Piazza Brescia a Jesolo (VE)

Compila il modulo sottostante per contattarci!

Seleziona la mappa per avviare la navigazione

© Copyright 2012 – 2021 Tropicarium Park | Jesolo Lido PalaInvent Piazza Brescia Jesolo (Venezia) | exponaturaitalia@gmail.com

Privacy Policy  |   Cookie Policy
Curatore: Dott. Zorzi Paolo
Credits: Web’nGo Italia